Articolo 29 marzo 2022
Un'estate da Batticuore!
Presentazione CRE 2022
Sarà un’estate tutta da scoprire, ma un po’ possiamo già far rodare l’immaginazione. Possiamo iniziare a pensare ai più piccoli delle nostre comunità, a come coinvolgere gli adolescenti e a lavorare fianco a fianco ai giovani per dare vita, ancora una volta, all’esperienza del Cre. Questa sarà un’estate piena di colori e ricca di emozioni in tutti i sensi. Come svelato sabato scorso durante la presentazione del Cre, il tema di quest’anno è proprio quello delle emozioni e il titolo è “Batticuore – Gioia piena alla tua presenza”. Il progetto Cre-Grest è frutto dell’impegno di ODL (Oratori Diocesi Lombarde) che, dallo scorso autunno, si è messa in gioco per pensare, costruire e rendere realtà un’altra proposta per l’estate di tutti gli oratori.

Dopo due anni di convivenza con la pandemia, il desiderio di tutti è quello di tornare a riabbracciare la normalità. Il “ritorno”, però, sarà più consapevole se daremo ai nostri ragazzi degli strumenti validi. Il tema delle emozioni si pone come questione cruciale per la prossima estate non solo per la pandemia, ma per il vissuto di tutti: bambini, ragazzi, adolescenti, giovani, adulti. Tutti sono coinvolti in una rinnovata alfabetizzazione delle emozioni per prendere coscienza di ciò che si vive e del mondo che ci circonda. Questa era già una sfida prima dell’arrivo del virus e ora è diventato un impegno cruciale per l’educazione delle giovani generazioni.

Nel contesto odierno, ci si chiede come gli oratori possano prendersi cura delle esigenze dei più piccoli e una prima risposta arriva dalla consapevolezza di cosa sia effettivamente il Cre. Il Cre è un’azione di comunità quindi un’azione di Chiesa. Solo la comunità può dirsi Chiesa e il Cre è una grande occasione per poterlo essere a pieno.

Dalla consapevolezza dell’essere azione di comunità si passa subito alla concretezza delle sfide che ci si parano davanti. Prima su tutte c’è quella legata agli adolescenti. Da tantissimi anni, gli animatori sono il vero motore dell’estate, ma ad oggi non bisogna dimenticare che questa fascia d’età è stata è tra le più affaticate in Italia. Questo ha generato in loro non poche problematiche come ha sottolineato la psicologa Sara Nicoli del Consultorio diocesano della Fondazione Angelo Custode, in diretta sul canale YouTube di OratoriBG. Occorre ricordarsi, però, che gli adolescenti hanno anche tantissime risorse. Sfruttando la loro creatività, il loro entusiasmo e la loro tenacia, gli oratori possono aiutare in modo tangibile i loro animatori. L’obiettivo è quello di instaurare una relazione educativa tramite cui prendersi cura delle loro fatiche, dei loro bisogni ma anche dei loro desideri. In questo rapporto di cura, sarà importante affidare loro delle responsabilità per farli crescere in un protagonismo sano.

Per realizzare tutto ciò e mettere in moto la grande macchina del Cre è importante coinvolgere la comunità sin dai primi passi. Anche l’esperienza estiva segue le orme della progettualità condivisa. Come ogni attività, si parte dalla ricerca del senso capendo chi siano effettivamente i destinatari di questa azione. Successivamente si ascoltano e si tracciano i bisogni a cui rispondere e da lì si cerca la strategia migliore per rendere l’esperienza il più efficace possibile. In conclusione, poi, si verifica quanto vissuto per far tesoro sia degli inciampi che delle grandi potenzialità coltivate.

Agire con un progetto significa essere consapevoli della portata e del significato del Cre. Questa è un’esperienza che può regalarci momenti unici ed è bene arrivare preparati. Nei prossimi mesi, quindi, uno dei passi da affrontare sarà sicuramente quello della formazione. Su questo capitolo, l’Ufficio Pastorale per l’Età Evolutiva si mette in gioco offrendo accompagnamento progettuale e formazione territoriale. Le finalità della proposta sono, innanzitutto, quelle di incontrarsi, prendere forma, aver un metodo e affiancare coloro che si metteranno in gioco negli oratori. Elena Moioli, educatrice e formatrice UPEE, ha presentato l’iniziativa rilanciando i focus tematici principali: la conoscenza reciproca, il tema delle emozioni, la progettazione, la relazione educativa, la spiritualità e tutti gli strumenti dell’animazione.

Andando avanti con il tempo e con l’immaginazione, saranno diverse le proposte che animeranno la prossima estate. In prima linea c’è, come sempre, il CSI di Bergamo che oltre alle iniziative “Isola Sport” e “Anima Estate” propone anche dei laboratori ludico motori e la formazione per gli operatori ludici. Anche l’appuntamento di IncontraCre non mancherà: grazie alla collaborazione con Fileo sarà possibile vivere una giornata alla scoperta del prossimo. I dipartimenti educativi del Museo Bernareggi, invece, continueranno ad attivare diverse iniziative per tutte le fasce d’età.
Ora ci siamo. I motori sono accessi, il tema è stato svelato e nelle prossime settimane inizierà la rincorsa più impegnativa e, allo stesso, entusiasmante da vivere nei nostri oratori: si corre verso l’estate, si corre verso il Cre!
 
 
Unisciti anche tu!
Iscriviti alla newsletter per scoprire per primo le ultime storie e i nostri eventi
Ufficio pastorale età evolutiva