Articolo 26 aprile 2022
Verso un'estate da Batticuore
Presentazione CRE 2022

Quando si fa ritorno da un’esperienza come quella del pellegrinaggio a Roma, il primo pensiero che subentra subito dopo la nostalgia, è rivolto ai passi successivi: quelli da fare assolutamente per non disperdere e convogliare in qualcosa di buono tutta l’energia e l’entusiasmo che si sono precedentemente respirati. L’estate all’orizzonte è una meta verso cui proseguire insieme; e ci orienta con la grande possibilità di rendere nuovamente protagonisti gli adolescenti. Dopo Roma, infatti, li aspettano le grandi avventure dei Cre e dei campi scuola e il desiderio è quello di continuare ad alimentare la fiamma che si è accesa, anche attraverso un appuntamento che torna sulle agende degli oratori dopo ben due anni di fermo: la presentazione del Cre agli animatori.

Lo scorso 26 marzo, in diretta sul canale YouTube di OratoriBG, a don e coordinatori è stato presentato il progetto del Cre per la prossima estate. Dopo il grande tema del gioco evocato dal titolo “Hurrà. Giocheranno sulle sue piazze” che ha accompagnato l’estate 2021, quest’anno ci confronteremo con il grande del tema delle emozioni e dei vissuti affettivi, peraltro fortemente provati anche dalla pandemia. Come preannunciato, il titolo dell’estate 2022 sarà “Batticuore” e sarà accompagnato dal versetto biblico “Gioia piena alla tua presenza”. Il sentimento legato alla gioia viene ripreso nel sottotitolo perché il desiderio più grande è che le prossime esperienze estive possano essere scandite dalla gioia e dall’entusiasmo dei più piccoli. Le emozioni che si possono vivere al Cre sono davvero tante e accompagnare bene i bambini e i ragazzi in questa alfabetizzazione emotiva è un aiuto prezioso per tutti.

Domenica 8 maggio quindi, presso il nostro Seminario Vescovile, toccherà a tutti gli adolescenti che saranno animatori interfacciarsi con il tema delle emozioni e con gli strumenti educativi e animativi che sono stati messi a loro disposizione. Certamente anche questo evento, come quello di Roma dei giorni scorsi, non ha la pretesa di porsi come soluzione alle fatiche che gli adolescenti stanno vivendo in quella che viene chiamata l’“onda lunga” della pandemia, ma come una delle possibili risposte alle loro attese di incontro e di relazione. Dopo due anni in cui le normative hanno reso più macchinoso il loro coinvolgimento, ora si può tornare a farli incontrare e a renderli protagonisti. La presentazione del Cre sarà un’occasione a tutto tondo per poter intessere buone relazioni che saranno certamente il terreno migliore per continuare o ricominciare a mettersi a servizio dei più piccoli come fratelli maggiori.

In base alle esigenze che stanno venendo avanti, si è cambiato anche il format delle presentazioni. Anziché le tre serate tradizionali, l’appuntamento sarà unico e alla presenza del Vescovo Francesco. La prossima presentazione del Cre, infatti, vuole essere una vera e propria esperienza di Chiesa che, almeno una volta prima dell’estate, si lascia convocare – insieme - per dirsi che in questo cammino non si è da soli e che insieme si possono condividere i primi passi. Ci saranno tanti compagni di viaggio con cui sperimentare le diverse proposte: ci sarà certamente il Vescovo Francesco che darà il suo mandato; ci sarà l’Ufficio Pastorale per l’Età Evolutiva che, insieme al Teatro Daccapo, sta curando la regia dell’evento e sta già predisponendo tutto il necessario. Ma soprattutto ci saranno i tanti adolescenti che, insieme ai loro don e ai loro coordinatori, proveranno a lasciarsi coinvolgere affinché le loro emozioni trovino una reale legittimazione ma anche una loro significatività e occasione di rilettura.

 

La presentazione inizierà alle 17.30 con l’accoglienza e un momento di festa animata in cui, sin dal primo momento, si punterà a far interagire tutti i presenti. Verranno mostrati i diversi strumenti a disposizione, tra cui anche la storia del Cre – il Mago di Oz - con tre veri e propri attori. E verranno rivissute anche le tematiche delle estati precedenti: hanno sempre funto da “filo rosso” nelle diverse esperienze e rimangono tesoro prezioso per riprendere il cammino. Poi si proseguirà con un momento più di senso, legato alla tematica di quest’anno: verranno presentate le principali emozioni dell’animo umano, verranno approfondite da alcune testimonianze personali, verranno animate dalle coreografie di L.A.D. (Laboratorio Accademico Danza di Montecatini Terme) e rilette dallo psicologo Ezio Aceti. A concludere la serata ci sarà la preghiera con il mandato del Vescovo Francesco a tutti gli animatori: di ritorno da Roma, un gesto significativo per dire come il Cre riesca ancora ad essere un’azione di Chiesa vivace ed efficace che, se ben progettata, tocca il cuore delle giovani generazioni e permette loro di incontrare Dio.

 

Ad oggi le prenotazioni sono già numerose e gli iscritti sono in aumento, ma i posti non mancano. Fino a sabato 30 aprile sarà possibile iscriversi con il proprio gruppo per partecipare all’evento. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.oratoribg.it e per iscriversi basta contattare la segreteria UPEE tramite la mail upee@curia.bergamo.it. Per rimanere aggiornati in tempo reale, invece, basta seguire le pagine Facebook e Instagram di OratoriBG dove verrà condiviso ogni tipo di aggiornamento.

 
Unisciti anche tu!
Iscriviti alla newsletter per scoprire per primo le ultime storie e i nostri eventi
Ufficio pastorale età evolutiva